Madame La Fluffosissima: The true and eventful story of a last minute cake.

[scorrete in basso per versione in italiano]

This is the story of a last minute cake.

One that you improvise when you find out that you have been invited to the birthday party of a foodie-wine expert-lover of all things beautiful- friend.

I mean seriously what to do, for a person like him? Cookies? Not good! Loaf cake? Nope. Mousse? Chocolates? No time.

Then I think about the cake that my friends Bloggalline do, so often that it practically became our manifesto. They are foodies! They have great taste! They know all things pretty! Let’s do it! 🙂

I have to admit that I had to rush A LOT. So the pictures were the least of my problems. And yes, you can totally see it.

I had to make something out of what I had at home, including for the decoration…so let’s face it, it is not the best looking cake ever, but it is the proof that last minute cakes are possible!

This is an incredibly versatile cake base, and thousands of different versions are possible.The only limit is the lack of imagination, so get creative and hands on! 🙂

fluffosa al tè

 

OOLONG TEA AND LEMON FLUFFOSISSIMA (makes a 21 cm cake):

  • 200 gr. sugar
  • 190 gr. all purpose or weak flour
  • 5 eggs
  • 130 gr. sparkling water
  • 80 gr. sun flower or light flavoured oil
  • 1 teaspoon baking powder
  • 2 drops of lemon juice
  • a pinch of salt
  • the zests of 1 lemon, finely grated

FOR THE GLAZE:

  • 250 gr. icing sugar
  • 2 tablespoons of oolong tea leaves
  • a drop of water

How is it done?

Super simple: First, set the oven to 165 °C.

Separate the eggs and whip the whites with a couple of drops of lemon juice,  until almost firm.

Sift the flour with the baking powder in a bowl, then add all the rest of the dry ingredients. Make a well in the center and pour without stirring the following ingredients, in this order: oil,  egg yolks, water, lemon zest. Now with a whisk, stir until smooth.

Pour 1/4 of the egg whites in the cake mix and stir with the whisk to lighten the batter. Now put the whisk away. Pour the rest of the whites in and mix with a rubber spatula,and start folding in. Across the bottom of the bowl, scraping the side towards you and folding it on the top. Slowly rotating the bowl and continuing the folding movement you won’t break the nice air bubbles that you create while whipping the whites.

Pour in an aluminium cake tin, like the chiffon cake ones, without paper, butter or flour. Note that depending on the shape of your tin, you might have a little batter left over. Make sure you don’t over fill the cake tin as the cake will puff a little. 3/4 of the tin works great. Bake at 165 °C for 40 minutes and then 175°C for 10 minutes.

At this point insert a skewer in the middle to make sure the cake is cooked. It should come out clean and dry. Now take the cake with a kitchen cloth or gloves and turn it upside down, using for example 3 glasses to work as a base and leave it cool down like this (this is why it is absolutely essential that you don’t use a non stick pan, and that you don’t put any paper or butter in it. If you did, most likely by now you are getting organized to eat the cake from your kitchen table).

Now prepare the icing: In a blender, combine icing sugar and tea. Mix until you don’t spot any big pieces of tea leaves. It’s white. Nothing happened. This recipe is wrong!

Now pour it in a bowl. Add a couple of table spoons of water and stir. Its turning black. Magic! The recipe works! 🙂

Keep adding water little by little until you get a thick cream consistency.

When your cake is cold, scrape the sides of the tin with a spatula or knife, place the cake where you want to serve it and pour over the glaze.

So this was the story of a last minute cake. And they lived happily ever after.

Torta fluffosissima al tè

THE END.

Ps: if you are curious to read more about the mum of this great cake, take a look here:

http://www.dolcigusti.com/2012/10/torta-sofficissima-con-lacqua.html

Questa è la storia di una torta del ultimo minuto.

Una di quelle che devi improvvisare quando scopri di essere stata invitata ad una festa di un amico foodie – esperto di vini – amante delle cose belle.

Seriamente, cosa preparare per una persona così? Biscotti? Non indicati! Plum cake? Direi di no! Mousse? Cioccolatini? Non c’è tempo!

Poi mi viene in mente la torta più quotata fra le mie amiche Bloggalline. Loro la fanno così spesso che ormai è una specie di manifesto del gruppo! Loro sono foddies! E hanno gusti raffinati! E ne sanno qualcosa di cose belle! E’ quindi deciso, che fluffosa sia! 🙂

Devo ammettere che sono andata veramente di fretta, per cui le foto sono state davvero l’ultimo dei pensieri. E in effetti si vede!

Ho dovuto adattarmi ad usare quello che avevo in casa, anche per la decorazione, quindi diciamocelo, questa non è la torta più bella del mondo, ma è la prova che si puo’ fare una torta all’ultimo secondo!

Questa è una base incredibilmente versatile, e l’unico limite è la mancanza di immaginazione, per cui sfoderate la creatività e forza, mani in pasta! 🙂

fluffosa al tè

 

FLUFFOSA AL TE’ OOLONG E LIMONE (per una torta da 21 cm.)

  • 200 gr. zucchero
  • 190 gr. farina 00 o farina debole
  • 5 uova
  • 130 gr. acqua frizzante
  • 80 gr. olio di semi
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • qualche goccia di succo di limone
  • 1 pizzico di sale
  • la scorza grattugiata di 1 limone

PROCEDIMENTO:

Facilissimo: iniziate con l’impostare il forno a 165°C.

Separate le uova e montate gli albumi a neve non ferma, con qualche goccia di succo di limone.

In una ciotola capiente setacciate la farina e il lievito. Aggiungete tutti gli altri ingredienti secchi. Poi fate una fontana al centro e versatevi, senza mescolare nell’ordine: olio, tuorli, acqua, zeste di limone. Mescolate con una frusta. Aggiungete al composto un terzo degli albumi e mescolate con decisione per alleggerire la consistenza. Ora mettete da parte la frusta e prendete una spatola di gomma (leccapentole o marisa, per gli amici). Incorporate il resto degli albumi all’impasto mescolando delicatamente on movimenti dal basso verso l’alto, ruotando la ciotola.  Versate in uno stampo non antiaderente e assolutamente non imburrato né foderato di carta. In relazione alla forma dello stampo che utilizzerete, forse vi avanzerà un po’ di impasto, in ogni caso riempite lo stampo circa per tre quarti.

Infornate a 165°C per 40 minuti e poi a 175°C per 10 minuti.

Fate la prova stecchino e se la torta è cotta capovolgetela e lasciatela raffreddare a testa in giù, poggiandola magari su dei bicchieri. Ecco perchè è fondamentale che la torta resti attaccata allo stampo, altrimenti arrivati a questo punto dovrete cominciare ad organizzarvi per mangiarla direttamente dal tavolo della cucina!

Adesso preparate la glassa: in un frullatore unite lo zucchero a velo e le foglie di te e frullate. Non succede niente, è tutto bianco, questa ricetta non funziona!!

Ora versate lo zucchero in una ciotola, aggiungete l’acqua poco a poco fino ad ottenere una consistenza cremosa e…magia! La glassa diventa nera, questa ricetta funziona! 🙂

Una volta raffreddata la torta, passate una spatola o un coltello intorno ai bordi, sistemate la torta sul piatto da portata e versatevi la glassa.

Questa è la storia della torta del ultimo minuto. E vissero tutti felici e contenti.

Fluffosa al tè

 

FINE.

Ps: se volete scoprire di più sulla mamma di questa torta fantastica, ovvero Monica di Dolci Gusti, cliccate qui:

http://www.dolcigusti.com/2012/10/torta-sofficissima-con-lacqua.html

 

Advertisements

18 thoughts on “Madame La Fluffosissima: The true and eventful story of a last minute cake.

  1. Sarà anche la torta dell’ultimo minuto, ma tu sei una genia! Una glassa così non l’avevo mai vista e nemmeno una commistione di sapori del genere… il binomio limone-oolong dev’essere strepitoso! Bravissima!!!!
    Ciao, Tatiana

    Like

    • Tatiana, come al solito sei troppo gentile!! diciamo che ho fatto di necessità virtù! 🙂 in ogni caso e’ una combinazione di sapori vincente dato che abbiamo tutti del te’ e un agrume in casa, la puoi utilizzare anche in una crema o in un plum cake, provare per credere! Grazie della visita! :*

      Like

    • Miria, diciamo che questa l’ho totalmente improvvisata, la prossima ci mettero’ piu’ cura nella presentazione e nelle fotografie, in ogni caso i sapori erano molto buoni! 🙂 anche io vorrei vedere le altre gia’ proposte, ce n’e’ per tutti i gusti!! :*

      Like

  2. Evviva la Fluffosa, la torta dalle mille varianti e sempre buona.
    Non ti preoccupare delle foto, io solo quando ho letto gli ingredienti me ne sono innamorata.
    Adoro il the in tutte le sue varianti e questa glassa è da tenere a mente!!!

    Like

  3. Bellissima l’idea delle foglie di tè!
    Ma lo sai che io non l’ho ancora fatta la fluffosa!? Eppure prima o poi la devo fare, sono troppo curiosa di assaggiarla…anche se questa cosa del rovesciamento l’ho capita poco e mi angoscia un po… 🙂
    Buona serata,
    Alice

    Like

    • Ciao Alice! Beh, io sinceramente dovro’ rifarla con un po’ piu’ di calma e attenzione! Il sapore era ottimo ma poverina non le ho dedicato molta attenzione a livello estetico! Il rovesciamento serve per evitare che la torta di afflosci, se usi uno stampo di alluminio vedrai che non cade! 🙂 Grazie della visita! ❤

      Like

  4. “organizzarvi per mangiarla direttamente dal tavolo” e io arrivata a questo punto sono esplosa ahahahah 😀 il boato della risata ha fatto sgonfiare i kanibulli li..i kakenbullen ….si si…ho capito, i kanelbullens 😀

    Like

What do you think about it? I would like to hear from you!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s