Happy birthday – happy husband

My husband turned 38  yesterday!

Of course I made super cool plans to celebrate during the weekend, and of course I had to change them last minute.

I had this idea for a cake, but instead than making it in 3 days as planned, I had to improvise and do it in 1 afternoon.

Ok so, the lesson here is “NEVER MAKE A CAKE WHEN YOU ARE IN RUSH”. And when you do anyway, in that funny moment when you hate the world and you feel like throwing the whole thing from the window…just remember that I actually told you so!

And that is exactly what I said to myself while the little evil cake was collapsing here, there and everywhere….I TOLD YOU SO!

Well, let’s start from the end: the result.

It was supposed to be an iced cake, but as you probably know if you like to make decorated cakes, to cut and fill  with ganache a cake that has just being baked is like mission impossible!

I  just like to be honest: some cakes are a big mess..this definitely was for me, and although it was far from being straight after I finished it, I have to admit I’m pretty proud with how I managed an almost guaranteed disaster, and I can also say that it was super delicious: caramel mud cake, with milk chocolate ganache and caramelized pecan nuts with sea salt. Believe me when I say YUM. Most importantly, I made my husband happy, and considering how happy he makes me….it’s the biggest satisfaction!

So here is a little recipe for the next time you decide to caramelize nuts:

Ingredients: 

  • 175 gr. sugar
  • 55 gr. water
  • 500 gr. nuts of your choice
  • a touch of butter (optional)
  • sea salt (optional)

Method:

Cook the water and sugar together. When the syrup reaches a temperature of 116°C  add the nuts (roughly chopped gives a better result). At this stage the sugar will cool down and will look really funny. Don’t panic, keep cooking and don’t forget to stir all the time. Cook until the caramel gets a nice dark colour. At this point add a tiny piece of butter: this will make them shiny and easier to separate. Sprinkle with sea salt if you want.

Pour on a sheet of baking paper and let cool.

Eat like there’s no tomorrow and no such thing called diet 🙂

Mio marito ha compiuto 38 anni ieri!

Naturalmente avevo un piano fantasticoper festeggiare durante il weekend, e naturalmente ho dovuto cambiarlo all’ultimo minuto.

Avevo in testa questa idea per una torta, ma invece di realizzarla in tre giorni come da programma, mi è toccato improvvisare, e fare tutto in un pomeriggio.

Ok, la lezione del giorno è questa: ” MAI PREPARARE UNA TORTA QUANDO ANDATE DI FRETTA”. E quando lo farete comunque, nell’inevitabile momento in cui odierete tutto il mondo e vorrete buttare tutto dalla finestra, ricordatevi che io ve l’avevo detto!

Ed è esattamente quello che mi sono detta ieri, mentre la piccola diabolica torta in questione collassava a destra e a sinistra…. TE L’AVEVO DETTO IO!

Doveva essere una torta decorata in pasta di zucchero, ma come probabilmente saprete, se anche voi preparate torte del genere, tagliare e farcire di ganache una torta che è da poco uscita dal forno è praticamente una missione impossibile!

Bisogna essere onesti: certe torte, sono davvero un gran casino…questa lo è stata per me, e anche se, una volta finita, era tutto fuorchè dritta, devo ammettere che sono molto fiera di essere riuscita a salvare un disastro quasi assicurato, e devo anche dire che il risultato è stato davvero delizioso: mud cake al caramello, con ganache al cioccolato al latte e noci pecan caramellate con fior di sale.

Credetemi quando dico SLURP! La cosa più importante è che mio marito è stato felice, e, considerato quando lui rende felice me, mi sembra la più grande ricompensa.

Ecco una piccola ricetta per la prossima volta che vi verrà in mente di preparare delle noci caramellate.

Ingredienti:

  • 175 gr. zucchero
  • 55 gr. acqua
  • 500 gr. noci a scelta (nocciole, mandorle, noci di macadamia ecc.)
  • un fiocco di burro (facoltativo)
  • fior di sale (facoltativo)

Metodo:

Cuocete lo zucchero e l’acqua insieme. Quando lo sciroppo sarà ad una temperatura di 116 °C aggiungete le noci (preferibilmente tagliate grossolanamente). A questo punto lo zucchero si raffredderà e assumerà un aspetto preoccupante. Niente panico, continuate a cuocere, e non dimenticatevi di mescolare continuamente. Cuocete il tutto finchè il caramello non assumerà un bel colore intenso. Ora aggiungete un fiocco di burro, questo renderà le noci lucide e più facili da separare. Aggiungete un pizzico di fior di sale, se avete deciso di usarlo.

Versate su un foglio di carta da forno e lasciate raffreddare.

Mangiate, come se non ci fosse un domani e non esistesse quella strana cosa chiamata DIETA 🙂

 

 

 

How sweet it is (to be loved by you)

I got married a couple of weeks ago, and of course I decided to make my wedding cake!

It was quite an adventure to organize everything from Paris, getting married in Rome.

Finding such a big amount of chocolate, the way to transport over 600 sugar flowers (and 2 wedding dresses and 20 kg of luggage!) and also dealing with the other hundreds of things to do wasn’t easy, but in the end I don’t regret this decision, I am proud of myself!

For an italian spring wedding, I wanted to give special importance to flower decorations, and I tried to make a flower inspired cake.

For the flavours, I decided to combine one flower and one fruit in season, and ended up making a dark chocolate cake with raspberry confit and violet dark ganache, and a white chocolate cake with apricot confit and jasmin white ganache.

I started here in Paris with a tasting and luckily we were really happy with the result.

Then I started to prepare lots and lots of hydrangea flowers, 600 in total, as I wasn’t sure how many of them were actually going to arrive safely to Rome, and how many exactly I was going to use.

Once they were dried I dusted them to get a pearl effect.

I packed them perfectly into a box, with all the attention of the world…and then,  just arrived at the airport, at the first security control, the box rolled over and turned upside down, so I am really glad now to have done so many!!!

Once in Rome I had 3 days to do everything, including getting married 🙂

I started right away, and at around 2 a.m I was still sticking sugar flowers…

At that point, I was tired and a bit worried, as making a cake like that in a small small kitchen, without a microwave…it has been quite an adventure.

After I started applying the flowers though, I saw it coming together just like a wanted it and started to relax a bit…

After some sleep, at about 7 am, I got up again and applied the last details. Here is a photo gallery of the big adventure and the final result!

…and they lived happily ever after!

Ps: getting married was really cool too!

Mi sono sposata un paio di settimane fa e ovviamente ho deciso di preparare la mia torta di matrimonio!

Organizzare tutto nei minimi dettagli da Parigi è stato un’avventura, considerato il fatto che ci siamo sposati a Roma.

Trovare una grossa quantità di cioccolato, il modo di trasportare oltre 600 fiori di zucchero ( e 2 vestiti da sposa, e 20 kg di valigia!) e anche tenere conto delle altre centinaia di cose da fare, non è stato semplice, ma alla fine non mi pento di questa decisione, anzi, sono fiera di me stessa!

Per un matrimonio in Italia, in primavera, volevo dare un’importanza particolare alle decorazioni floreali, e ho cercato di ricreare una torta ispirata ai fiori.

Per i gusti, ho deciso di usare un fiore e un frutto di stagione e ho realizzato una torta al cioccolato fondente con confit di lampone e ganache fondente alla violetta, e una torta al cioccolato bianco con confit di albicocca e ganache bianca al gelsomino.

Ho cominciato qui a Parigi con un assaggio:

tasting

e fortunatamente siamo stati contenti del risultato!

Poi ho cominciato a preparare fiori di ortensia in quantità, 600 in totale. Innanzitutto perchè non sapevo quanti ne sarebbero arrivati sani e salvi a Roma, e poi quanti esattamente ne avrei davvero usati.

Una volta secchi, gli ho dato un effetto perlato.

Li ho impacchettati perfettamente in una scatola, mettendoci tutta l’attenzione del mondo….e poi, appena arrivati in aeroporto, al primo controllo di sicurezza, la scatola si è girata sotto sopra, quindi sono contenta di aver deciso di farne cosi tanti!!

Una volta arrivata a Roma ho avuto 3 giorni per fare tutto, incluso sposarmi 🙂

Così ho cominciato immediatamente, e questa sono io, mentre applico i fiori di zucchero uno alla volta, intorno alle 2 del mattino del secondo giorno.

at night

A quel punto ero stanca e un po’ preoccupata, perchè realizzare una torta così in una cucina minuscola, senza microonde, è stato davvero un’avventura.

Ma poi, applicato qualche fiore, ho cominciato a vedere il risultato venire fuori poco a poco proprio come lo volevo..e ho cominciato a rilassarmi…

Dopo poche ore di sonno, verso le 7, ho ripreso il lavoro e applicato gli ultimi dettagli.

Questo è il risultato finale:

E ora passerei alle foto della fotografa, che sono decisamente migliori!!

torta nostra 1

Photo credit Flavia Bombardieri – you cannot download for copyright reasons

torta nostra 2

Photo credit Flavia Bombardieri – you cannot download for copyright reasons

torta nostra 3

Photo credit Flavia Bombardieri – you cannot download for copyright reasons

…e vissero felici e contenti!

Ps: anche sposarsi è’ stato niente male!

Volare (oh oh!)

Questa settimana ho lavorato ad una torta al cioccolato per una bimba di sei mesi.

Mi e’ stata richiesta una torta con tanto cioccolato e tanto rosa, quindi ho cominciato da qui:

Torta al cioccolato bianco con ganache (tanta) al cioccolato fondente e vaniglia..

Prima di tutto ho coperto la torta di ganache facendo in modo che risultasse il piu liscia possibile. Questa sarà la forma visibile dopo averla coperta di pasta di zucchero (imperfezioni comprese). Inoltre, minore il numero di imperfezioni, minore sarà il rischio di  avere bolle d’aria ..il nemico!!!

A questo punto, la torta aveva questo aspetto:

L’ho coperta in pasta di zucchero e poi ho lavorato al piano superiore, che era di polistirolo.

La torta è stata commissionata dalla migliore amica dei genitori, che voleva che i suoi amici fossero in grado di conservare un ricordo di questo regalo..in questo caso il piano superiore in polistirolo è l’ideale, dato che anche le figurine di zucchero solidificano e si conservano per anni!

Poi ho lasciato tutto a seccare durante la notte….Tadaaaaan!!! questo è il risultato finale!

Il giorno successivo ho applicato i palloncini, creato le nuvole con la sacca a poche e dipinto le impronte.

Dopo alcune ore ho dipinto le nuvole in bianco perla (anche se in questa foto non si puo’ vedere).

Alla fine, ho inserito l’elefantino di zucchero.

Ecco fatto!! Mi sono davvero divertita a realizzare questa torta, speriamo che piaccia anche a loro!

Voi che ne pensate?

A tutto golf!

Ho realizzato questa torta per un ragazzo molto appassionato di golf..Devo dire che mi sono proprio divertita!

Mi hanno commissionato una torta al cioccolato-supercioccolato-megacioccolato e ho pensato, quale posto migliore della Svezia per un lavoro così..qui non fa mai troppo caldo..E ovviamente, indovinate?? Abbiamo avuto 30 gradi tutta la settimana!!!

Percio’ c’e’ voluta parecchia pazienza per ricoprire la torta di ganache..questo processo e’ importante perche determinerà l’aspetto finale della torta. Arrivata a questo punto ero molto soddisfatta del risultato!

Poi ho aggiunto tutte le decorazioni e i dettagli:

Ed eccola da un’altra angolazione:

Il festeggiato è stato davvero contento e questo è quello che conta!